Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina dell'informativa sui cookies..
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies.
 

Il Museo della Preistoria "Luigi Donini"  di San Lazzaro di Savena nasce e si sviluppa in stretta e profonda conessione con un territorio ineguagliabile sotto il profilo delle evidenze naturalistiche e archeologiche: l'Appennino bolognese.

Suo titolare è il Comune di San Lazzaro di Savena, che lo ha rifondato e riaperto al pubblico nel 1985.

Il Museo illustra, attraverso un’esposizione ricca di suggestioni, due tra le più significative realtà di quest'area: l’ambiente, inteso come insieme di valori naturalistici e paesaggistici al cui centro si collocano gli affioramenti dei Gessi Bolognesi, e le testimonianze del primo popolamento umano.

I reperti esposti, tutti di provenienza locale, raccontano di un tempo remoto, quando le vallate del Savena, Zena e Idice erano popolate da grandi animali adatti a ecosistemi diversi dall'attuale, da uomini cacciatori e raccoglitori e, con il passare dei millenni, dalle prime comunità stanziali.

Fra le collezioni più importanti e di alto valore scientifico spicca quella del deposito preistorico e paleontologico della Cava Filo, un sito  che fa parte dell'’evidenza paesaggistica "Carsismo nelle Evaporiti e Grotte dell’Appennino Settentrionale" inserita nella Lista del Patrimonio mondiale UNESCO.

Il Museo è accreditato al Sistema Museale Regionale dell'Emilia-Romagna e aderisce al Sistema Museale Nazionale. 

 

DALL'11 GIUGNO E FINO AL 30 SETTEMBRE

ENTRA IN VIGORE L'ORARIO ESTIVO

martedì - giovedì 17.00 - 19.00

venerdì 15.00 - 19.00

sabato, domenica e festivi 9.00 - 18.00

 

IL SERVIZIO DI PRENOTAZIONE TELEFONICA DEI SERVIZI EDUCATIVI

(TEL. 051 622 8059) E' SOSPESO

SARA' NUOVAMENTE ATTIVO A PARTIRE DAL 2 SETTEMBRE 2024